Ingredienti: latte vaccino, caglio liquido di vitello, sale

Descrizione:
Rarissimo formaggio frutto della tradizione storica ciociara e soprattutto del comune di Morolo, antico borgo che troviamo sulla destra del fiume Sacco, appena entrati in Ciociaria, che insieme a Sgurgola, Supino e Patrica fece parte dei domini della potente famiglia dei Colonna di Paliano e di Palestrina, per secoli in lotta con i Papi.
La produzione casearia artigianale del gran cacio di Morolo risulta censita dal 1933, è un formaggio vaccino affumicato a pasta filata dura, con la tipica forma a caciocavallo. Pezzatura da 1-5 kg (la più tradizionale) di colore esterno giallo affumicato, interno giallo chiaro. Sapore affumicato e leggermente salato tendente al piccante per stagionature oltre i 12 mesi. La lavorazione del latte locale è rigorosamente a latte crudo coagulato con caglio liquido di vitello.
La filatura e la messa in forma manuale permettono l’ ottenimento delle tipiche forme a caciocavallo successivamente raffreddate, salate in salamoia ed affumicate con fumo “freddo” derivato dalla combustione di trucioli di faggio.

La stagionatura del prodotto tradizionale di circa 5 Kg non è inferiore ai 12 mesi mentre, per la pezzatura, più piccola è di circa 6 mesi.

Zona di produzione: Comune di Morolo

parallax