Olio extravergine di oliva Sabina

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

L'olio extravergine Sabina ha un'acidità massima dello 0,70%, un colore giallo oro con sfumature sul verde per gli oli freschissimi, un odore fruttato, un sapore fruttato vellutato, uniforme, aromatico, dolce, amaro. Deve essere ottenuto dalle seguenti varietà di olive: Carboncella, Leccino, Raja, Frantoio, Moraiolo, Olivastrone, Salviana, Olivago e Rosciola per almeno il 75%. Ai fini dell'immissione al consumo l'olio Sabina deve presentarsi in confezioni in vetro, in lamina metallica inossidabile o in ceramica, con capacità non superiore a 5 litri. Sull'etichetta devono comparire una delle seguenti diciture: "OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA SABINA DOP" oppure "OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SABINA DENOMINAZIONE DI ORIGINE PROTETTA". Inoltre è obbligatorio indicare su ciascuna confezione il numero progressivo rilasciato dall'ente di certificazione e la campagna di produzione.

CONSORZIO TUTELA OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SABINA

Via Porta Montopoli, 2 &ndash
Loc. Farfa
02032 &ndash
Fara in Sabina (RI)
Cod. Fisc. 90021470571
fax 0765 9430889
www.sabinadop.com
consorzio@sabinadop.com
segreteria operativa: c/o CSTE &ndash
Via Cessati Spiriti 10/a
00179 ROMA
Tel 06784981 Fax 0678346588

Consiglio di Amministrazione
Presidente Stefano Petrucci - 335 1215172
Vice-presidente David Granieri
Consigliere Laura Fagiolo
Consigliere Ermanno Rosati
Consigliere Maffeo Petricca
Consigliere Roberto Ceccarelli
Consigliere Lina Scipioni
Consigliere Pietro Silvi
Consigliere Maurizio Molinari

Collegio Sindacale

Presidente Lamberto Di Giulio
Sindaco Francesca Pingi
Sindaco Stanislao Cremisini

Zone di produzione:  Territorio della Sabina, a est del fiume Tevere, che comprende numerosi comuni a nord est di Roma e a sud ovest di Rieti. In provincia di Rieti i seguenti comuni: Cantalupo in Sabina, Casaprota, Casperia, Castelnuovo di Farfa, Collevecchio, Configni, Cottanello, Fara Sabina, Forano, Frasso Sabino, Magliano Sabina, Monpeo, Montasola, Montebuono, Monteleone Sabino, Montenero Sabino, Montopoli in Sabina, Poggio Catino, Poggio Mirteto, Poggio Moiano, Poggio Nativo, Poggio S.Lorenzo, Roccantica, Salisano, Scandriglia, Selci, Stimigliano, Tarano, Toffia, Torricella, Torri in Sabina, Vacone. In provincia di Roma i seguenti comuni: Guidonia, Marcellina., Mentana, Montecelio, Monteflavio, Montelibretti, Monterotondo, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina, Sant’angelo Romano, San Paolo Dei Cavalieri.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Caseus Romae

DOP
Caseus Romae è un formaggio a pasta semicotta e semidura ottenuto dalla lavorazione del latte intero di pecora Sarda e suoi incroci, Comisana e... toc

Pecorino del Parco di Migliarino San Rossore

NC
È un formaggio dolce a pasta tenera o semidura, ricavato esclusivamente da latte di pecora intero. Le forme hanno un peso medio di 2 kg. Gl... toc

Ur-Paarl

SLOWFOOD
L’Ur-Paarl nach Klosterart, che letteralmente sta per “l’originario pane di segale doppio alla maniera del convento”, è... toc