Grana Padano

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Il Grana Padano accompagna dall’anno Mille lo sviluppo della cultura e delle tradizioni agro-alimentari, insieme all’evoluzione dell'intera industria lattiero-casearia. Il Grana Padano è un formaggio semigrasso a pasta dura prodotto con latte di vacca, a lenta stagionatura. Ha forma cilindrica, una crosta dura, spessa, liscia e cerosa, di colore giallo scuro ed una pasta finemente granulosa, di colore bianco o paglierino. Se tagliato, si divide a scaglie. Il gusto è fragrante e delicato. Può essere usato sia come formaggio da tavola che da grattugia. Il Grana Padano può essere presentato al commercio in forma intera, con le seguenti caratteristiche: diametro compreso tra 35 e 40 cm, altezza dello scalzo tra i 18 e i 25 cm, peso tra i 24 e i 40 kg; mentre la tipologia grattugiato ha le seguenti caratteristiche: umidità non inferiore al 25% e non superiore al 35%, particelle con diametro inferiore a 0,5 mm. Per il confezionamento delle forme Grana Padano Dop si prevedono i seguenti contrassegni: 1- sulle forme tipologia "GRANA PADANO" marchiatura a freddo del marchio d'origine con le parole "GRANA PADANO", la dicitura Dop e il numero di matricola del caseificio; 2- per la tipologia "TRENTINGRANA" la dicitura "TRENTINO", la dicitura Dop e il marchio d'origine; 3- per la categoria "GRANA PADANO RISERVA" viene apposto un secondo marchio a fuoco con le parole "RISERVA OLTRE 20 MESI". Per la commercializzazione delle confezioni deve essere apposto il logo "GRANA PADANO" e per la categoria oltre 16 mesi viene apposta la dicitura "OLTRE 16 MESI".

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO GRANA PADANO

info@granapadano.it
www.granapadano.com

Zone di produzione:  Zona di produzione territorio delle province di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbania, Vercelli, Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Cremona, Mantova a sinistra del Po, Milano, Pavia, Sondrio, Varese, Trento, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza, Bologna a destra del fiume Reno, Ferrara, Forlì, Piacenza, Rimini e Ravenna.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Padraccio

NC
Il latte crudo di capra si riscalda sul fuoco a legna fino alla temperatura di 90°C in una caldaia di rame stagnato (caccavo): quando la temperatu... toc

BITTO DELLA VALTELLINA

DOP
Il formaggio Bitto prende il nome dal torrente che percorre l'omonima valle situata in provincia di Sondrio. Le prime testimonianze scritte che rigua... toc

Fungo di Borgotaro

IGP
Il Fungo di Borgotaro si compone di quattro varietà di porcini: il Boltetus Aestivalis, o "rosso" , ha un cappello di colore dal nocc... toc