VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

PINELLA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

La Pinella, vitigno a bacca bianca, viene oggi coltivata soprattutto nel Padovano (DOC Colli Euganei). Il vitigno sembra comunque essere stato identificato per la prima volta in Friuli-Venezia Giulia, dove è oggi quasi scomparso. L’origine della Pinella è molto antica e va ricercata lungo la sponda orientale dell’Adriatico. La Pinella prodotta nell’isola di Rab, nel Golfo del Quarnaro, era infatti molto rinomata nel Veneto nel XIII secolo. Nei Colli Euganei già nell’alto Medioevo si ha notizia di una Pinella o Pinola. Con la ricostruzione dei vigneti dopo la fillossera la Pinella venne riscoperta e la sua diffusione si consolidò nel corso dei decenni successivi. La Pinella è inserita tra le varietà idonee alla coltivazione nella provincia di Padova (DOC Bagnoli e DOC Colli Euganei), dove viene impiegata soprattutto nella produzione del vino DOC Colli Euganei Pinello. Un tempo veniva utilizzata soprattutto come uva da taglio per altri vini bianchi ma ai giorni nostri viene vinificata anche in purezza.

Altre informazioni:

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com