VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

RONDINELLA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il Rondinella, come vino da monovitigno, è di un colore rubino poco pronunciato.
Ha un corpo leggero e un vago bouquet floreale. Per alcuni sa di cachi non proprio maturi, mentre per altri contiene una vaga eco di ciliegie.
Con grande probabilità questo vino arrivò in Veneto alla fine del XIX secolo. Il suo nome può essere stato originato dal fatto che il colore scuro dei suoi chicchi richiama alla mente le piume della rondine.
Nella vicina regione della Lombardia, il Rondinella entra fino al 40% nella composizione della doc Garda Colli Mantovani rosso e rosé.

Altre informazioni: La Rondinella è vitigno molto rustico, generoso, adatto anche ai terreni più argillosi e meno esposti; gemme basali di media fertilità, grappolo di medie dimensioni, cilindrico. Si adatta perfettamente anche per l’appassimento, in particolare dai vigneti collinari più magri, e dal suo frutto si ottengono vini di colore rosso rubino intenso, con aroma gentile, fruttato, con sapore non tannico ma di buona struttura.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com