Suzu

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Tecnologia di preparazione: le carni suine e bovine di seconda scelta vengono bollite, condite, disossate e pressate. Si consuma subito ma si può conservare per qualche tempo.
Nel Catanese si chiama zuzzu (che in dialetto significa buono, gradevole, bello) ma qui si indica anche semplicemente come gelatina. Si tratta di un salume molto particolare, preparato con la testina, le orecchie, i muscoli e la parti cartilaginee di suino e bovino. Le carni, mondate con estrema cura, si lessano per circa quattro ore. Quindi si tagliano a cubetti, si ripuliscono ancora (eliminando il grasso eccessivo, grumi di sangue e parti troppo dure) e si condiscono con sale, pepe rosso o nero (l’uso del peperoncino è una variante recente) e succo di limone. Sistemati i pezzetti di carne in un vassoio si riunisce il brodo (precedentemente filtrato) e si mette in frigorifero per 11 ore. Tagliato in parallelepipedi, lo zuzzu è pronto per essere consumato.

Composizione:
a) Materia prima: zampette di vitello e di maiale, cotenne di maiale, carne di manzo.
b) Coadiuvanti tecnologici: limone, alloro, peperoncino.
c) Additivi:

Zone di produzione:  Catania e dintorni.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Spalla cruda

SLOWFOOD
Il Parmense è l’epicentro storico della cultura del suino: nessun’altra regione del mondo vanta tanta varietà di elaborati a... toc

Conciato Romano

SLOWFOOD
C'è chi sostiene che il Conciato Romano sia il più antico formaggio italiano e che, a dispetto del nome, risalga addirittura alla civilt... toc

Mosciolo selvatico di Portonovo

SLOWFOOD
Ad Ancona, i moscioli sono le cozze o mitili (Mytilus galloprovincialis), “selvaggi”; quelli cioè che si riproducono naturalmente e... toc