Scorze d’amell o Strascinate

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Si ottengono impastando la farina e acqua, con l’aggiunta di un pizzico di sale. I pezzi di pasta, lunghi 1–2 cm, vengono “strascinati” sulla spianatoia in modo tale che, entrambe le superfici, diventino rugose e i bordi arricciati, come le bucce che avvolgono le mandorle, da cui il nome dialettale scorze d'amell, ovvero bucce di mandorle. Nella tradizione lucana, questa pietanza rappresenta il piatto della festività.

Una curiosa leggenda narra che, osservando la posizione assunta dalle scorze d’amell nell’acqua di cottura, si presagiva alla futura madre il sesso del nascituro.

Zone di produzione:  Matera e provincia.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Culatello di Zibello

SLOWFOOD
Pur avendo origini antichissime, fino alla fine dell'Ottocento il culatello non è quasi mai menzionato nelle opere di storici ed eruditi locali... toc

Olio extravergine di oliva Colline di Firenze

NC
Riferimenti storici derivanti da fonti scritte ed iconografiche fin dal medioevo, riconoscono tradizionalmente l'olio Colline di Firenze, che presenta... toc

Brùsso dell'Alta Valle Arroscia

NC
Il brùsso, contenuto nello "scorso" (piccolo recipiente circolare di legno di ciliegio provvisto di coperchio), accompagnava i lavora... toc