Caciofiore aquilano

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Formaggio pecorino, di media stagionatura la cui produzione è legata ai pascoli di altura della provincia dell'Aquila. E' un formaggio "storico" di cui si sono quasi perse le tracce. Prodotto tradizionale della transumanza, deve la sua particolarità all'uso di caglio vegetale. I pastori transumanti durante gli spostamenti lungo i tratturi non avevano difficoltà a raccogliere i fiori di cardo selvatico (cynara cardunculus) e a farli seccare al sole.

Particolarmente facile per chi si spostava era conservare un prodotto essiccato che al momento dell'uso veniva messo in infusione per fungere da caglio. Di forma cilindrica, pasta morbida cremosa occhiatura lievissima, quasi assente, di colore bianco-latte ed aroma delicato. La rottura della cagliata viene effettuata ottenendo pezzi della grandezza di un mandarino.

Durante la stagionatura nelle forme si verifica, ad opera degli enzimi del caglio, una proteolisi per cui la pasta diventa cremosa. Le forme, il cui peso un tempo variava dai 2 ai 4 kg., presentano la tipica scolpitura superficiale conferita dai recipienti (fuscelle) dove la cagliata viene messa per la formatura.

Zone di produzione:  Tutta la regione, ma è rinomato quello della provincia di l'Aquila

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

CASALE DE ELVA

NC
Questo formaggio artigianale viene prodotto a Elva, piccolo comune della Valmaira, in provincia di Cuneo. Ad Elva si parla ancora l'occitano, l'antica... toc

Zighera

NC
Prodotto con avanzi della cagliata usata per produrre il Nostrano (Musso in dialetto). Si prende il Musso, si rimodella a forma sferica (tipo palla da... toc

CASOLET DELLA VAL DI SOLE

NC
Gli abitanti di alcuni paesi di queste valli come Celentino venivano chiamati casoletti. Il nome ha un'origine latina: deriva da "caseolus"... toc