VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

SAN LUNARDO

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il San Lunardo è un antico vitigno autoctono della Campania le cui origini sono poco precise. E’ certo, comunque, che esso viene coltivato nell’Isola d’Ischia fin dal 1700. Si ritiene che il nome derivi da un religioso che per primo selezionò questa varietà, che si chiamava, per l’appunto “Don Lunardo”. Altri ritengono che derivi dal santo patrono locale, “San Leonardo”. I vigneti che contengono questa varietà sono sempre meno e si teme che nel futuro possa scomparire del tutto., facendone uno dei molti vitigni locali a rischio di estinzione presenti in Italia. Il S.Lunardo è un vitigno dalla produzione costante ed abbondante, caratterizzato da normale resistenza alle avversità climatiche e scarsa tolleranza alle crittogame, in particolar modo la botrite. Viene vinificato in uvaggio con altre varietà a bacca bianca nella DOC Ischia, ed in purezza dà un vino giallo paglierino, dai profumi e sapori delicati, leggermente amarognolo.

Altre informazioni:

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com