VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

POLLERA NERA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

La Pollera nera è un vitigno le cui origini si trovano sicuramente in Liguria. La Pollera nera trova un riferimento nell’Alta Lunigiana, all’ingresso della Valle Magra, dove prima veniva coltivata abbastanza estensivamente, mentre oggi è limitata a qualche raro ettaro. La sua origine potrebbe essere anche nelle zone limitrofe toscane, ma non ci sono certezze al riguardo. La prima testimonianza concreta della presenza della Pollera nera in queste zone è di Acerbi nel suo ben noto e classico volume del 1825 che la collocava nelle Cinque Terre e a Massa-Carrara. Viene descritto anche dal Di Rovasenda nel 1877 ed indicato addirittura fra i migliori vitigni delle stesse Cinque Terre e della zona di Cavazza. Attualmente la coltivazione della Pollera nera è molto rara, è rimasta praticamente solo nelle Cinque Terre e nella Colli di Luni DOC.

Altre informazioni: La Pollera nera presenta grappoli di dimensioni medio-grandi, cilindrici e alati. Gli acini sono di media grandezza e rotondi, con bucce molto delicate e fini ed altissime concentrazioni di pruina con colori viola grigiastro. I botanici distinguono la Pollera Nera in due ibridi, la Pollera Corlaga e la Pollera Comune. La Pollera nera è un vitigno dalle rese abbondanti e costanti. La Pollera Nera viene vinificata generalmente in assemblaggio e il suo utilizzo in purezza è una vera rarità. I suoi vini sono leggeri e difficilmente sono dotati di colore, con colori rubino piuttosto scarichi. Sono sempre vini piuttosto semplici, sia dal punto di vista olfattivo che gustativo, caratterizzati da note di frutta rossa, a volte troppo delicati per colpire il degustatore. In assemblaggio viene utilizzato per le sue rese abbondanti e costanti e alla caratteristica di riuscire ad integrarsi con il vino base senza diluirlo o alterarne le percezioni gustative.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com