VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

GLERA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il Prosecco, nome comune dell'uva Glera, è un notissimo vitigno ad uva bianca, quasi il simbolo della moderna viticoltura veneta, forse già esistente in epoca romana e coltivato anche nel Friuli-Venezia Giulia, più raramente in Lombardia. Benché associato indissolubilmente ai Colli Trevigiani, il Prosecco non vi è affatto originario e forse non vi arrivò prima del 1700 (Calò, Costacurta, 2004). Secondo Cosimo Villifranchi (1773), il vitigno provenne dal Triestino, forse prendendo il nome dal paese omonimo, ed era forse identificabile col Puxinum.

Altre informazioni: L’uva si esprime con note diverse a seconda delle condizioni climatiche e delle tipologie di terreno. Nell’area collinare di Valdobbiadene prevalgono le note floreali e quelle fruttate. In media collina, nell’area a sud di Vittorio Veneto, troviamo i sentori agrumati e la mela verde. Le note floreali e il fruttato fresco sono tipici delle zone con suoli sassosi e sciolti delle aree di pianura.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com