VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Montonico Bianco

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il vitigno Montonico è presente in Abruzzo almeno dalla seconda metà del 1800 ed è coltivato soprattutto nella provincia di Teramo (Montonico di Bisenti e Poggio delle Rose). Il grappolo è grande, lungo, compatto o molto compatto, cilindrico-piramidale. La maturazione è tardiva ed avviene in media nella seconda decade di ottobre, ma il periodo di raccolta può variare in funzione dell'uso del mosto, anticipandolo quando viene utilizzato per base spumante, grazie alla sua discreta acidità. Predilige un ambiente temperato fresco, su terreni non molto fertili e presenta un comportamento vegeto-produttivo abbastanza incostante.

Altre informazioni: Il vino prodotto è di colore giallo più o meno carico, a volte con riflessi verdognoli, di gradazione medio-bassa, con lievi profumi di frutta e spezie, lievemente astringente e di buona struttura.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com