VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Muller Thurgau

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Vitigno a bacca bianca, ottenuto nel 1882 dallo svizzero Hermann Müller, nativo di Thurgau, durante un lavoro di miglioramento genetico della vite effettuato tra il 1976 e il 1891. Fino a poco tempo fa si riteneva che fosse derivato dall'incrocio fra Riesling e Sylvaner, mentre da una recente ricerca sul DNA, sembra che il secondo vitigno sia lo Chasselas. Non ha praticamente sinonimi se non Riesling x Silvaner. La foglia ha medie dimensioni, è pentagonale e pentalobata, a volte trilobata; grappolo piccolo, cilindrico-piramidale, mediamente compatto e con ala molto sviluppata; acino medio, ellissoidale con buccia sottile e ricca di pruina, di colore giallo verdognolo. Ha notevole vigoria, maturazione precoce e predilige terreni collinari, soleggiati e ventilati, mediamente siccitosi. La sua produzione abbondante richiede la necessità di intervenire con la potatura corta. Tollera l'oidio e la peronospora, può essere attaccata dalla botrite, ma è resistente alle gelate invernali e alla brina primaverile. Il vitigno è molto diffuso in Europa, in particolare in Germania, Svizzera, Italia, ma ha riscosso un notevole successo anche in Nuova Zelanda.

Altre informazioni: Il colore del vino ottenuto è giallo paglierino con decise sfumature verdoline. Profumo intenso, fine e fruttato con riconoscimenti di mela verde ed erbe aromatiche e ricordi vegetali e minerali, fanno da cornice ad un gusto ben equilibrato, fresco e morbido.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com