VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Schiava Gentile

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Intorno al XIII secolo per "schiave" si intendevano quei vitigni, anche diversi tra loro, ch venivano coltivati a basso ceppo lungo i filari e legati fra loro, contrariamente alle "maiores" o "maroche" allevate alte. La "schiava gentile del Tirolo", appare nell'opera del Molon (1906), e secondo il Rigotti (1932) è originaria dell'Alto Adige.

Altre informazioni: Il vino che ne risulta ha grande trasparenza con un bel colore rosso rubino vivace. Il profumo intenso e fruttato lo ritroviamo anche nella sua persistenza aromatica. Al gusto esprime discreta morbidezza con sensazioni pseudocaloriche e tanniche appena accennate, ma nel complesso di buon equilibrio.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com