VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

VIEN DE NUS

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

E', insieme al Petit rouge, il vitigno autoctono a bacca rossa più coltivato e diffuso sul comprensorio viticolo della Valle d'Aosta.
Conosciuto dai "vignerons" anche come Gros vien o Gros rodzo, il Vien de Nus occupa un areale di coltivazione molto ampio, che si estende da Donnaz a Avise, su entrambi i versanti orografici della Dora Baltea, fino ad altitudini di circa 750 metri.
E' uva base di alcuni vini rossi Valle d'Aosta DOC.

Altre informazioni: Le uve di Vien de Nus, vinificate in purezza, originano un vino dal colore rosso violaceo carico, tendente al granato con la maturazione; il profumo esprime vinosità persistente; al palato si rivela di corpo leggero eppure morbido.
E' vino da non affinare oltre i due anni dalla raccolta.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com