VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Tocai Friulano

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

E' ormai accertato che il Tocai Friulano è una specie diversa dal Tokaj ungherese. Dall'analisi del DNA risulta che il primo deriva da un vitigno francese il Sauvignonasse, abbandonato in Francia agli inizi del 1800, mentre il secondo deriva dal vitigno del Furmint.
Si trovano notizie certe della coltivazione della vite dopo la metà dell'800, in particolare nella zona di Lison. Ricorda il prof. A.Calò: 'coltivava la vite e produceva Tocai con impegno e passione Mons. Carlo Guarnirei e Mons. Angelo Bay della Curia Concordiese, a Belfiore la famiglia Dalla Pasqua, a Blessaglia di Pramaggiore la nobile casata dei Muschietti, a Salvarolo di Pramaggiore l'antica e nobile famiglia degli Altan, il conte di Porcia a Azzano Decimo, Basendo e Porcia, I Conti della Fratina a Faè di Annone e al Molin di Mezzo, ecc.'
Si delinea così l'attuale zona del Consorzio dei vini D.O.C. di Lison Pramaggiore che abbraccia le zone del Veneto Orientale e quelle limitrofe.

Altre informazioni: E' piuttosto vigoroso e produttivo, ama potature lunghe, risente negativamente degli eccessi di umidità; è mediamente tollerante alla siccità; dà i migliori risultati in annate asciutte.
Il vino è di colore giallo paglierino, tendente al verdognolo, con rofumo delicato e gradevole, con una tipica nota amarognola di mandorla e fieno, non ricco di acidità.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com