VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Moscato

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il vitigno moscato è uno dei pochi di cui si hanno tracce più precise e citazioni antiche. La terra di origine è probabilmente la Grecia dove veniva chiamato anathelicon moschaton. Ai tempi dei romani prese il nome di uvae apianae per via delle api che circondavano i grappoli maturi e profumati.
I greci lo portarono in Europa tramite il porto di Marsiglia; da lì prese diverse direzioni fino a scavalcare gli Appenini e raggiungere il Piemonte. L'adattemento a questo ambiente generò una particolare varietà di moscato chiamato Bianco o di Canelli.
In Piemonte è di gran lunga il vitigno a frutto bianco più intensamente coltivato e uno dei principali in molti comuni delle province di Cuneo, Asti e Alessandria. È presente, anche se sporadicamente, in molte altre zone viticole piemontesi, comprese le aree montane e pedemontane.
Nel resto d'Italia, è conosciuto per la produzione di vini aromatici (Valle d'Aosta, Oltrepò Pavese, Colli Euganei, Toscana, Puglia, Sicilia, Sardegna). La sua coltura, al di fuori del nostro Paese, è diffusa in tutto il mondo viticolo.

Altre informazioni: Con le uve di Moscato bianco si producono vini speciali dolci e intensamente aromatici, frizzanti o più spesso spumanti; a seguito dell'appassimento delle uve se ne ottengono anche passiti di eccellente qualità; sono poi rari, ma non meno interessanti, i vini secchi e aromatici da consumare come aperitivi.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com