Olio extravergine di oliva Colline Teatine

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

L’olio extravergine di oliva Colline Teatine presenta un’acidità massima dello 0,60% circa, un colore dal verde intenso al giallo, un odore fruttato da tenue a intenso ed un sapore fruttato. Ad arricchire le proprietà dell'olio "Colline Teatine" sono due menzioni geografiche, "Frentaneo" (prodotto nella zona di Lanciano e dintorni) e "Vastese" (prodotto nella zona di Vasto e dintorni). Il primo è verde con i riflessi dorati, il secondo verde-giallo. L'odore e il sapore fruttato costante dell'olio abruzzese, con queste varietà, acquistano un sentore erbaceo e una sensazione leggera di amaro e piccante. L'olio Colline Teatine è immesso al consumo in recipienti di vetro o in lattina con banda stagnata di capacità non superiore ai 5 litri. L'etichetta deve riportare il nome della denominazione di origine controllata "Colline Teatine", eventualmente accompagnata dalle menzioni "Frantano" o "Vastese"; inoltre deve comparire sempre l'annata di produzione delle olive da cui l'olio è ottenuto.

CONSORZIO TUTELA OLIO EXTRAVERGINE COLLINE TEATINE http://www.oliodopcollineteatine.it

Zone di produzione:  Numerosi comuni della provincia di Chieti. "Frentaneo" (prodotto nella zona di Lanciano e dintorni) e "Vastese" (prodotto nella zona di Vasto e dintorni)

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Olio extravergine di oliva Brisighella

DOP
L'olio d'oliva Brisighella ha un'acidità massima dello 0,50%, presenta un colore verde intenso con note giallo dorate ed un odore fruttato di m... toc

Corbezzolo

NC
La Sardegna è l’isola deo profume e dei colori, e il Corbezzolo (Arbutus unedo) ben la rappresenta. In inverno, quando la natura si ri... toc

Radìc di mont

SLOWFOOD
Nel mese di maggio, quando la neve si ritira, i malgari della Carnia raccolgono sugli alpeggi un tenerissimo radicchio selvatico che consumano in insa... toc