FORMAIO EMBRIAGO

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Formaggio di antica tradizione, quando la scarsa reperibilità e l’elevato costo degli oli per trattare la crosta costringevano il contadino a ripiegare sulle vinacce e sul mosto, naturalmente nei mesi prossimi alla vendemmia, da fine settembre a inizio novembre. La cagliata, ottenuta a 33-35 gradi per mezz’ora circa, viene rotta a piccoli granuli delle dimensioni di chicchi di riso, poi è cotta a 45-48 gradi per 15 minuti. Dopo lo spurgo, la massa è messa nelle fascere; la salatura può avvenire in salamoia oppure essere mista, cioè in salamoia e a secco. Dopo 20 giorni, le forme vengono immerse nelle vinacce fresche di uve nere: raboso, cabernet e merlot. Sostano in esse, continuamente irrorate con vino torchiato, per circa due giorni, trascorsi i quali, possono già essere consumate, oppure venire stagionate per un mese o due. Il sapore è aromatico, piccante, piacevole, invitante, particolare. Per l’ubriacatura vengono usate anche forme di Montasio, di Asiago d’Allevo, di Latteria.

Caglio: in polvere di vitello Crosta: piuttosto consistente, di colore violaceo o vinaccia Pasta: di colore variabile dal bianco al giallo paglierino, è
compatta, profuma di latte e di vino Facce: piane, con un diametro di 25-28 cm Spessore/peso: 8 cm / 5 kg circa

Zone di produzione:  la provincia di Treviso, la sinistra Piave e il comune di Preganziol

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Fragola del Metapontino

NC
Il clima e l’ambiente tipicamente mediterranei hanno permesso, nella fascia Metapontina, la diffusione della fragolicoltura. Ciò ha attiv... toc

Zampone di Modena

IGP
Lo Zampone di Modena è costituito da una miscela di carni suine insaccate nella cotenna dell’arto anteriore del suino. La forma è ... toc

Melone cartucciaro di Paceco

SLOWFOOD
Agli inizi del 1600 la coltivazione dei meloni era molto diffusa nei comuni agricoli vicini a Trapani. In un testo del 1609, “Storia di un borgo... toc