Raveggiolo di pecora toscano

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Il raveggiolo viene prodotto in forme di vario tipo, ma la più diffusa è tronco-conica schiacciata, simile a quella di un budino. Ha colore bianco, consistenza molle e gelatinosa, sapore acidulo e il profumo tipico del latte. La pezzatura è di circa 400-500 grammi.

Il latte, raccolto in appositi contenitori, viene scaldato a circa 35-38°C e addizionato di caglio naturale in polvere (lattice di fico o stomaco di agnello essiccato). Dopo circa 40 minuti, la cagliata viene raccolta e messa in "fuscelle" di giunco. Dopo 7-8 ore il formaggio viene salato e guarnito con foglie di felce ben lavate. Si produce fra ottobre e maggio.

Il raveggiolo deve la sua tipicità alle tecniche di produzione, molto antiche e rimaste invariate, e all’impiego di latte proveniente da allevamenti tradizionali locali.

Il raveggiolo viene prodotto in tutte le province toscane per un quantitativo complessivo annuo di circa 700-800 quintali.

Zone di produzione:  Tutta la Toscana.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Pancetta di Calabria

DOP
La Pancetta di Calabria ha forma rettangolare, il colore della parte esterna è rosso, marcato dalla presenza di polvere di peperoncino; l&rsquo... toc

Oliva infornata di Ferrandina

SLOWFOOD
Le aree storicamente vocate alla coltura dell’olivo in Basilicata sono tre: il Vulture, la bassa Val D’Agri e la Collina Materana. In ques... toc

Olio extravergine di oliva Colli Aretini

NC
L'olivicoltura aretina, rispetto ad altre zone della Toscana, ha avuto un ritardo nello sviluppo ed è grazie ai monaci aretini che inizia la su... toc