Olio extravergine di oliva Monte Etna

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

L’olio extravergine di oliva Monte Etna ha un'acidità massima dello 0,60%, un colore giallo oro con riflessi verdi ed un odore leggermente fruttato. Ha un sapore fruttato con sensazione leggera di amaro e piccante. E' ottenuto dalla varieta' di olivo «Nocellara Etnea» presente negli oliveti in misura non inferiore al 65%. Possono concorrere le varieta' presenti nella zona, la «Moresca», la «Tonda Iblea», la «Ogliarola Messinese», la «Biancolilla», la «Brandofino» e «L'Olivo di Castiglione», in percentuali variabili e fino al limite massimo del 35%. L'olio Monte Etna è messo in commercio in recipienti di vetro scuro, acciao inox, lattina con banda stagnata, con capacità non superiore a 5 litri. Sull'etichetta devono comparire la denominazione di origine protetta "Monte Etna" e l'annata di produzione delle olive da cui l'olio è ottenuto.

APO - ASSOCIAZIONE PRODUTTORI OLIVICOLI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA MONTE ETNA

Tel. 095/326035
apo.catania@virgilio.it
http://www.apocatania.it

Zone di produzione:  Territorio dei comuni delle province di Catania, Enna e Messina posti alle pendici del Monte Etna. Provincia di Catania: Adrano, Belpasso, Biancavilla, Bronte, Camporotondo Etneo, Castiglione di Sicilia, Maletto, Maniace, Motta, S. Anastasia, Paterno', Ragalna, Randazzo, Santa Maria di Licodia, San Pietro Clarenza. Provincia di Enna: Centuripe. Provincia di Messina: Malvagna, Mojo Alcantara, Roccella, Valdemone, Santa Domenica Vittoria.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Carciofo Violetto di Sant’Erasmo

SLOWFOOD
Sant’Erasmo è un’isola della laguna di Venezia, a mezz’ora di vaporetto dalle Fondamenta Nuove. È grande come la met&a... toc

Fagiolina di Arsoli

SLOWFOOD
I fagioli sono arrivati in Italia nella prima metà del XVI secolo, grazie a Carlo V di Spagna, sovrano di un vastissimo impero tra Europa, Africa e A... toc

Albicocca tigrata - Miscimìn tigrato

NC
Giorgio Gallesio nella sua "Pomona italiana" indica il termine "missimin" come sinonimo dialettale per la cultivar Alessandrina Lu... toc