Fungo di Borgotaro

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Il Fungo di Borgotaro si compone di quattro varietà di porcini: il Boltetus Aestivalis, o "rosso" , ha un cappello di colore dal nocciola al bruno-castano, il gambo di colore chiaro. E' presente per lo più nei castagneti, da maggio a settembre. Il Boletus Pinophilus, o "moro" ha un cappello che va dal granata al bruno-rossiccio, il gambo massiccio. La forma estiva cresce nei castagneti, quella autunnale nelle faggete e nelle abetine. Il Boletus Aereus o "magnan" ha un cappello bronzeo-ramato, gambo sodo di colore bruno-ocra. Cresce nei querceti e castagneti da luglio a settembre. Infine il Boletus Edulis o "fungo del freddo" ha un cappello glabro e opaco, con una colorazione che varia dal bianco-crema al bruno-castano, gambo sodo. E' presente per lo più nei boschi di faggio e di castagno, da fine settembre alla prima neve

CONSORZIO FUNGO DI BORGOTARO

info@fungodiborgotaro.com
http://www.fungodiborgotaro.it

Zone di produzione:  La zona di produzione del "Fungo di Borgotaro" comprende il territorio idoneo dei comuni di Borgotaro ed Albareto in provincia di Parma ed il comune di Pontremoli in provincia di Massa Carrara

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Montébore

SLOWFOOD
Montébore è un paesino della Val Curone, sullo spartiacque tra le valli del Grue e del Borbera. Un angolo del Tortonese (nel territorio ... toc

Vastedda del Belìce

SLOWFOOD
La Vastedda è l'unico formaggio di pecora a pasta filata. Lo producevano storicamente gli abili casari della Valle del Belìce nel period... toc

Prosciutto del Casentino

SLOWFOOD
Nel Casentino (area ricca di boschi che va dalla sorgente dell'Arno, nel monte Falterona, fino alle porte di Arezzo) i più anziani ricordano un... toc