Prosciutto San Daniele

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Il Prosciutto San Daniele ha una forma distintiva a "chitarra" caratterizzata dal mantenimento della parte terminale, detta zampino. Al taglio ha un colore uniforme rosso-rosato, con striature di grasso bianco. Il profumo è intenso, il gusto è dolce e delicato con retrogusto più marcato. Talvolta nel magro è possibile trovare dei microscopici granuli di una certa consistenza, che non sono granelli di sale, ma semplici ed innocui cristalli di tirosina, una sostanza naturale che deriva dall'invecchiamento delle proteine ed che è autentico certificato di lunga stagionatura.

Le proprietà organolettiche che ogni prosciutto marchiato deve avere sono: colore uniforme rosso-rosato della parte magra, profilo e striature di grasso bianco candido, profumo intenso, gusto dolce e delicato con retrogusto più marcato, morbidezza al taglio.

info@prosciuttosandaniele.it
elena_cozzi@prosciuttosandaniele.it
http://www.prosciuttosandaniele.it

Zone di produzione:  Lavorazione: territorio del comune di San Daniele del Friuli (UD). Allevamento e macellazione: territorio amministrativo delle seguenti regioni: Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, Marche, Abruzzo e Lazio.

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Coppa Piacentina

DOP
La Coppa Piacentina si prepara utilizzando i muscoli del collo, con un processo produttivo per molti aspetti simile a quello del prosciutto crudo. Pu&... toc

Ricotta stagionata di pecora

NC
Prodotto dal siero di latte residuo dalla produzione del pecorino. La sua origine è legata ai pascoli montani dove è difficile commerci... toc

Speck Trentino della Val Rendena

NC
Salume tipico trentino, viene prodotto soprattutto in Val Rendena. La coscia posteriore del maiale viene arrotondata alla punta, rifilata e mondata,... toc