Scalogno di Romagna

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Lo scalogno è menzionato in numerose pubblicazioni sulla cultura, sin dall'epoca medievale. Lo Scalogno di Romagna presenta dei bulbi di forma regolare a fiaschetto, con buccia coriacea. La colorazione è di colore viola che sfuma nel bianco. Colorazione, profumi, sapori, aromaticità e finezza lo differenziano da tutte le altre varietà coltivate in altre regioni italiane e all’estero. Il sapore è assai più delicato di quello della cipolla e dell'aglio comuni, gustoso, aromatico, in grado di garantire al prodotto un ruolo gastronomico unico e particolare.

ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO-LOCO RIO TERME SCALOGNO DI ROMAGNA

g.visani@racine.ra.it
www.riolotermeproloco.it

Zone di produzione:  parte del territorio della regione Emilia Romagna atta alla coltivazione dell’Allium Ascalonicum. Interessa i seguenti Comuni: in provincia di Ravenna: Brisighella, Casola Valsenio, Castelbolognese, Faenza, Riolo Terme, Solarolo; in provincia di Forlì: Modigliana, Tredozio; in provincia di Bologna: Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Dozza, Fontanelice, Imola, Mordano

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Carciofo Violetto di Castellammare

SLOWFOOD
È conosciuto anche come “carciofo di Schito”, dal nome di una frazione di Castellammare di Stabia considerata, già in epoca ... toc

Filindeu

NC
Consiste in un fitto reticolato(quasi un lavoro da oreficeria alimentare)di sottile pasta di semola di grano duro, fatto essiccare sino al raggiungime... toc

Fico Dottato cosentino

SLOWFOOD
I primi si chiamano fioroni e si raccolgono da metà giugno a metà luglio per un consumo prevalentemente fresco; il raccolto migliore per... toc