Scalogno di Romagna

Caratteristiche e dettagli

Vuoi conoscere tutti i migliori prodotti di questa regione? Clicca qui!

Lo scalogno è menzionato in numerose pubblicazioni sulla cultura, sin dall'epoca medievale. Lo Scalogno di Romagna presenta dei bulbi di forma regolare a fiaschetto, con buccia coriacea. La colorazione è di colore viola che sfuma nel bianco. Colorazione, profumi, sapori, aromaticità e finezza lo differenziano da tutte le altre varietà coltivate in altre regioni italiane e all’estero. Il sapore è assai più delicato di quello della cipolla e dell'aglio comuni, gustoso, aromatico, in grado di garantire al prodotto un ruolo gastronomico unico e particolare.

ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO-LOCO RIO TERME SCALOGNO DI ROMAGNA

g.visani@racine.ra.it
www.riolotermeproloco.it

Zone di produzione:  parte del territorio della regione Emilia Romagna atta alla coltivazione dell’Allium Ascalonicum. Interessa i seguenti Comuni: in provincia di Ravenna: Brisighella, Casola Valsenio, Castelbolognese, Faenza, Riolo Terme, Solarolo; in provincia di Forlì: Modigliana, Tredozio; in provincia di Bologna: Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Dozza, Fontanelice, Imola, Mordano

Classificazione: 

DOP = Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Descrizioni ed informazioni tratte da Slowfood, Qualivita, Agraria.org

I MIGLIORI PRODOTTI TIPICI ITALIANI

Liquore al bergamotto

NC
Questo piccolo agrume viene coltivato esclusivamente in queste zone. Le varietà che vengono coltivate sono la “femminella” e la &ld... toc

Mariola

SLOWFOOD
La mariola è uno dei salami più tradizionali della Bassa Parmense, del Piacentino e di parte del Cremonese (ma qui la chiamano ciota). S... toc

Mele rosa dei Monti Sibillini

SLOWFOOD
Le mele rosa sono un'antica popolazione coltivata da sempre nelle Marche, in particolare tra i 450 e i 900 metri di altitudine: dalle aree pedecollina... toc