CENNI di ENOLOGIA

IL CICLO BIOLOGICO DELLA VITE

La pianta della vite ha due cicli biologici. Il ciclo vitale riguarda le varie età della pianta:

  • giovane, fase di improduttività dal 1° al 3° anno
  • adulta, fase di normalità produttiva distinta in
  1. crescente, dal 4° al 5° anno
  2. costante, dal 6° al 20-25° anno
  • vecchia, oltre i 30 anni (anche se in realtà le viti con piede-franco possono risultare costanti addirittura fino ai 100 anni)

Il ciclo annuale di una vite è rappresentato dalle fasi che si succedono ogni anno e si divide in tre sottocicli (fasi fenologiche):

Attività radicale

pianto, durante il periodo di dormienza la linfa vitale va dalle radici alle foglie. Dai tralci escono gocce di linfa (pianto della vite).

Vegetativo

  • germogliamento, in aprile
  • accrescimento dei germogli , sviluppo dei rami normali e di quelli anticipati (femminelle), va da aprile ad agosto
  • agostamento, da agosto a novembre, maturazione del germoglio che da verde diventa marrone
  • riposo, dalla defogliazione di dicembre fino al germogliamento di aprile Riproduttivo
  • comparsa grappolini, con sviluppo e formazione dei fiori
  • fioritura, nella prima metà di giugno apertura dei fiori (antési) e fecondazione con il polline (unione)
  • allegagione verso la metà di giugno passaggio dal fiore al frutto
  • ingrossamento, fino alla metà di agosto (dipende dalle varietà) accrescimento degli acini
  • invaiatura verso la metà di agosto colorazione delle bacche (in questa fase si può procedere all'eliminazione dei grappoli in eccesso per prediligere la qualità rispetto alla quantità)
  • maturazione, crescita del rapporto zuccheri/acidi all'interno delle bacche fino a settembre-ottobre

La vite è purtroppo soggetta ad alcune avversità che possono influire negativamente sulla produzione finale. Queste avversità si possono così classificare: non parassitarie, sono il gelo invernale, le gelate primaverili, la grandine, la carenza e/o l'eccesso di minerali, siccità o eccesso idrico (asfissia radicale), erbicidi, ecc.; parassitarie, con malattie provocate da virus (arricciamento, accartocciamento fogliare, suberosi corticale, legno riccio) funghi (peronospora, mal dell'esca, oidio) animali (ragnetti, tignole, fillossera, nematodi).