VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Vitovska

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Di origini tuttora incerte , la Vitovska viene considerata varietà autoctona per l'area del Carso, in Friuli. E' diffusa anche nella vicina Slovenia, da dove secondo alcuni in realta' proviene (la denominazione deriverebbe dal nome di una localita' situata in terrorio sloveno) e dove e' chiamata anche Vitovska Grganja.
Varieta' a bacca bianca, di maturazione medio-precoce, ha foglia grande a cinque lobi. Il grappolo ha forma piramidale con ali ed e' di dimensione medio-grande, pieno, con acini sferici di colore verde la cui polpa risulta ricca di succo.
In passato la Vitovska era usata principalmente in uvaggi con altre uve bianche locali, quale la Malvasia Istriana; oggi, rivalutata da molti produttori, viene sempre piu' frequentemente vinificata da sola, come vino da tavola, ed e' presente nella Doc Carso Vitovska in percentuale non inferiore all'85 per cento.

Altre informazioni: Produce un vino di colore giallo paglierino chiaro, dall'aroma fruttato e vinoso, con sapore leggermente acidulo e sapido, di buon corpo, moderatamente alcolico; bevuto giovane, si accompagna a preparazioni a base di pesce e prodotti di mare, e a piatti delicati in genere.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com