VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Torbato

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Viene anche indicato con il nome di "trubau" o "trubat iberica", che ne denota inequivocabilmente la sua origine spagnola. Dalla Catalogna, terra d'origine, è stato esportato in Sardegna dove si è rapidamente diffuso in provincia di Sassari, specie nel territorio di Alghero. la sua diffusione si è ridotta nel corso dei secoli perché il vitigno non dà produzioni abbondanti a causa della scarsa resistenza alle malattie crittogamiche. E un vitigno dotato di buona vigoria che inizia il germogliamento e la fioritura nel medio periodo e la maturazione dell'uva avviene verso la III e IV epoca.
Il Torbato si differenzia per la foglia medio-piccola di forma orbicolare e per il grappolo cilindrico, di media grandezza, semi-serrato composto da acini rotondi che hanno buccia di colore giallo-dorato, quasi rosato a completa maturazione, mediamente pruinosa, di media grossezza e alquanto consistente la polpa risulta sciolto di sapore semplice e dolce.

Altre informazioni: Il vino che si ricava ha colore giallo oro più o meno carico, leggermente profumato, dolce e pastoso di corpo e vellutato con fondo piacevolmente amarognolo. Viene anche utilizzato per la produzione di basi spumante.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com