VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

RIBOLLA GIALLA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Vitigno di origine friulano, conosciuto dal medio-evo con questo nome, tanto che nel XII secolo era reputata la Rabiola del Collio. Vari documenti confermano questa fama ed all'inizio del 1800 i filtrati dolci di Ribolla era molto quotato nell'Impero Austro-Ungarico. Sempre nel 1800 erano ben distinte la Ribolla gialla e la Ribolla verde; ora è diffusa pressoché unicamente quella gialla. Probabilmente è anche la Rebula delle isole ionie e della costa dalmata diffusa dai veneziani in epoca medioevale. Per curiosità va segnalato anche una Ribolla nera che è un altro vitigno tipico del Friuli: lo Schioppettino.

Altre informazioni: Ha buona vigoria, di produzione costante; predilige le zone collinari più soleggiate, asciutte, ventilate e scarsamente fertili. E' soggetta a colatura ed al marciume dell'uva nelle annate molto umide.
Il vino è di colore giallo paglierino scarico, con riflessi verdognoli, di sapore asciutto e fresco, piacevolmente profumato, ricco di acidità; nel complesso armonico ed interessante.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com