VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Passerina

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Questo vitigno di antica coltivazione è conosciuto nell'ascolano e nel vicino tramano anche coi nomi di Campolese, Cacciadebito e Pagadebito. La sua coltivazione interessa la provincia di Ascoli Piceno, dove entra a far parte di alcune DOC. Questo vitigno, la cui coltivazione ha subito una forte contrazione negli anni 1960, nell'ultimo decennio ha visto un'inversione di tendenza, suscitando l'interesse di molti produttori.

Altre informazioni: La Passerina può essere vinificata in purezza oppure in uvaggio con altre varietà. Nel primo caso fornisce un vino decisamente tipico, dotato di buona intensità aromatica. La sua abbondante acidità permette la spumantizzazione, sia con metodo classico che con metodo Charmant.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com