VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

OLIVELLA NERA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

L’Olivella nera è un vitigno a bacca nera presente in Campania e nel Lazio. Le sue origini sono incerte, così come incerta è la questione della sua corrispondenza o meno al vitigno Sciascinoso. In realtà la situazione confusa è dovuta al fatto che il nome Olivella è stato di volta in volta attribuito a numerosi vitigni, a causa della rassomiglianza del loro acino, per il colore e per la forma allungata che poteva ricordare, appunto, un’oliva. Nei disciplinari di tutte le denominazioni campane è presente il solo Sciascinoso (eventualmente con la dicitura “localmente detto Olivella“), mentre l’Olivella in quanto tale è presente nel disciplinare della IGT Frusinate (Lazio). Pur essendo ormai accertato che si tratta di due vitigni distinti, la confusione rimane. Infatti, ad esempio, il disciplinare della DOC Vesuvio lo prevede tra i componenti del Lacryma Christi rosso, ma anche qui indicandolo come Sciascinoso “localmente detto Olivella” e non come vitigno a sè stante.

Altre informazioni:

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com