VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Nerello Cappuccio

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Vitigno dalle origini misteriose. Il Nerello Cappuccio o Mantellato, vitigno autoctono della zona etnea, deve il suo nome al singolare portamento (cappuccio, mantello) della pianta coltivata ad alberello. D'origine ignota é stato da sempre presente, in piccole percentuali (15-20%), insieme al Nerello Mascalese, nelle vigne etnee. Negli ultimi decenni ha registrato un continuo abbandono da parte dei viticoltori, tanto da rischiarne l'estinzione. Questo vitigno entra nella costituzione dell'Etna Rosso a DOC per il 20%.

Altre informazioni: Vinificato in purezza da vini pronti, da medio invecchiamento. È, come tutti i vitigni autoctoni etnei, a maturazione tardiva (2ª decade di ottobre).

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com