VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

MARSIGLIANA NERA

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il vitigno Marsigliana nera veniva in passato confuso con il Greco Nero. Viene chiamatoo anche Marcigliana ed è presente fin dai tempi antichi nei vigneti situati sulla costa tirrenica della Calabria, nelle provincie di Cosenza e Catanzaro, dove viene da sempre utilizzata soprattutto in uvaggio per l’intensità colorante che apporta ai mosti. Dal punto di vista ampelografico il vitigno Marsigliana nera presenta foglie medio-grandi, con tre o cinque lobi. Il grappolo di Marsigliana nera è medio-piccolo, di forma conico-cilindrica, mediamente spargolo, le bacche sono nere, medio-grandi e sferoidali, con uno spessore della buccia medio. La buccia stessa è pruinosa e di colore blu-nero.

Altre informazioni: L’uva nera Marsigliana nera ha vigoria medio-bassa, maturazione medio-precoce e produzioni costanti e abbondanti. La Marsigliana nera dà un vino di colore rosso granato intenso con riflessi violacei, profumi fruttati e struttura nella media.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com