VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Lambrusca di Alessandria

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Crova (Pinerolese), Neretto di Alessandria (Val Chisone), Crovìn (Roero), Croetto o Moretto (Alessandrino), Anrè (Acquese), Stupet (in alcune zone dell'Astigiano), Lambrusca. Il Lambruschino o Lambrusca del Roero è un vitigno distinto, come pure il Lambruschetto di Castelnuovo Bormida.
Coltivata in tutta la provincia di Alessandria, è presente anche nell'Astigiano ed è sporadica nella provincia di Cuneo. In provincia di Torino è diffusa un po' ovunque, introdottavi in epoca postfillosserica a seguito dell'acquisto da parte dei viticoltori di barbatelle sul mercato vivaistico, e pertanto nel Pinerolese (Valli Chisone e Germanasca, dove non va confusa con la locale Lambrusca vittona), in Canavese e in Valle di Susa. E' autorizzata nelle province di Alessandria, Asti, Cuneo e Torino.

Altre informazioni: La Lambrusca di Alessandria è mediamente vigorosa e di buona fertilità anche a livello delle gemme basali; è pertanto un vitigno produttivo, di cui viene apprezzata anche la rusticità, adattandosi a molte situazioni colturali e di allevamento; ha poi il vantaggio di sfuggire i ritorni di freddo primaverili per via del germogliamento alquanto tardivo e per questo viene impiantata nelle fasce più basse delle colline, oppure nelle zone altimetricamente più elevate delle valli alpine. Presenta inoltre una scarsa suscettibilità alle malattie crittogamiche, peronospora e muffa grigia in special modo. E' un po' soggetta a fenomeni di acinellatura. L'uva è molto ricca di estratto e colore e per questo utilizzata in uvaggio con uve carenti sotto questo profilo. Può nuocere talora la predisposizione alla cascola precoce degli acini, tanto che in alcune zone si ponevano sotto alle piante di Lambrusca delle ceste per recuperare il prodotto caduto al suolo.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com