VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Chiavennasca

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Il suo nome, Chiavennasca, non ha niente a che fare con Chiavenna, famosa località della provincia di Sondrio, bensì deriverebbe dal termine dialettale “ciù vinasca”, ossia uva più vinosa, cioè adatta alla trasformazione in vino. Questo vitigno pare abbia avuto larga diffusione in Valtellina fin da prima del 1500. Da un punto di vista genetico risulta essere un sinonimo del Nebbiolo, uno dei vitigni tipici del Piemonte. Questo varietà fa parte della storia vitivinicola di questa zona di produzione ed entra nella composizione dei vini DOC della Valtellina.

Altre informazioni:

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com