VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Cesanese

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Con il termine Cesanese, si intende 'proveniente da Cesano', che é una località vicino Roma. Tra i vitigni a bacca rossa il Cesanese è quello che più di tutti si identifica con la regione Lazio grazie alla sua tipicità e, fra le diverse varietà, quello di Piglio, o per meglio dire, 'del Piglio', è senz'altro il più famoso ed è considerato, a giusto titolo, il migliore.

Il Cesanese è un vino di antichissima tradizione, come testimoniano i reperti storici rinvenuti sul territorio. Già al tempo degli antichi Romani l'imperatore Nerva, colpito dalla squisitezza del vino del Piglio, fece costruire nella zona una residenza imperiale i cui resti sono tuttora visibili. Nel Medio Evo pare che fosse il vino prediletto da Federico II di Svevia, che lo beveva durante le sue battute di caccia. Altre testimonianze lo danno come il preferito fra i vini dei papi anagnini, Innocenzo III e Bonifacio VIII.

Altre informazioni: La produttività del vitigno è abbondante e mediamente costante. Ha difficoltà di maturazione a quote piuttosto elevate o in zone poco esposte e produce un vino dal sapore caratteristico, gradevole e discretamente tannico. È presente in varie DOC del Lazio.

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com