VITIGNI AUTOCTONI ED ALLOCTONI

Ancellotta

Cenni storici e caratteristiche del vitigno

Vitigno a bacca rossa coltivato prevalentemente nella provincia di Reggio Emilia e, in quantità minore, nelle altre province della stessa regione. Il nome deriva probabilmente dalla famiglia modenese dei Lancellotti, o Lancillotto che ne diffuse la coltivazione tra il 1300 e il 1400, infatti quest'uva viene chiamata anche come 'Lancellotta'.

Dopo la prima guerra mondiale il vitigno è stato introdotto anche nella zona tra Mori ed Avio, lungo la Val d'Adige, nel basso Trentino, dove si sono ottenuti risultati interessanti. Viene coltivato in quantità minori anche in Friuli, Lombardia, Veneto, Toscana, Puglia e Sardegna.

Altre informazioni:

E' possibile eseguire anche una ricerca in ordine alfabetico se non si è sicuri dell'origine di un vitigno in prticolare, oppure utilizzare questo modulo per inserire la parte iniziale del nome:

Le informazioni sulle origini e caratteristiche dei vitigni sono state tratte dalle seguenti fonti:

  • AA.VV. - I vigneti d'Italia, Edizioni Barzanti 1990
  • AA.VV. - Enciclopedia dei vini italiani, Arnoldo MOndadori Editore, Milano 1998
  • AA.VV. - Il vino italiano, Edizioni Associazione Italiana SOmmeliers, Milano 2002
  • Vino in rete - www.vinoinrete.it
  • Lavinum - www.lavinium.com