SARDEGNA

I MIGLIORI VINI

La Sardegna è un'isola dalla splendida produzione enologica. In questa regione, la viticoltura costituisce un ottimo incrocio di modernità e tradizione. Quest'ultima è stata notevolmente influenzatanel corso dei secoli dalle invasioni subite dall'isola.
Sono sempre più numerosi i produttori che, in tempi recenti, hanno scelto di concentrare la loro attività sui vitigni indigeni e desueti vitigni antichi sardi, tra i quali si contano Cannonau, Semidano, Moscato, Monica, Vermentino, Nasco, Nuragus e la Vernaccia di Oristano.
Attualmente la Sardegna produce numerosi vini di elevata qualità, apprezzati per le loro tipiche caratteristiche organolettiche. Si tratta generalmente di vini di buon corpo, freschi ed aromatici.
La superficie vitata ha subito una notevolissima contrazione negli ultimi 10-15 anni, attestandosi attualmente sui 39.450 ettari. Buona parte della produzione di qualità medio o medio-alta, valutata in circa 400.000 ettolitri, viene venduta fuori dall'isola sui mercati nazionali ed esteri. Per quanto riguarda la tipologia di prodotto, la produzione regionale dei vini rossi ammonta a circa il 55% del totale ed il restante 45% sono vini bianchi dato che la produzione di vini rosati è inconsistente. La produzione è marcatamente orientata verso i vini di qualità in bottiglia ed il consumo di vino sfuso è in forte calo.
Secondo i dati riportati dalle Camere di Commercio di Cagliari, Oristano, Nuoro e Sassari, la produzione attuale di vini DOCG ammonta al 3,02%, quella dei vini DOC al 17,42%, quella degli IGT al 2,97% col restante 76,59% vini da tavola.

Nella DOC ALGHERO si fanno sia il VERMENTINO che il CANNONAU. In questa zona c'è un
grosso produttore di riferimento, Sella & Mosca.
A nord di Alghero c'è la DOC MOSCATO DI SORSO E SENNORI con MOSCATO BIANCO. Qui
c'è una realtà particolare costituita dalle Cantine Sociali che sono state tra le prime cooperative a rivolgersi
ad enologi famosi per migliorare le proprie produzioni (es: Terre Brune, Turriga) e assemblare uve autoctone
con vitigni internazionali.
A sud-ovest si trova la DOC CARIGNANO DEL SULCIS dove si fa vino rosso con il vitigno
CARIGNANO che in Italia si trova solamente in Sardegna (mentre è anche in Corsica e nel Penedès).
In abbinamento alla particolarità del Carignano ci sono anche altri vitigni locali come il BOVALE SARDO
(localmente BOVALEDDU).
Altra DOC dove si produce un vino liquoroso simile al Porto è la GIRO' DI CAGLIARI con vitigno
GIRO' nelle provincie di Cagliari e Oristano.
Il vitigno forse più diffuso nell'isola è il NURAGUS che dà il nome alla DOC NURAGUS DI
CAGLIARI e dà vita ad un bianco abbastanza nella media, così come il NASCO dal quale si ottiene un
bianco secco nella DOC NASCO DI CAGLIARI.
Abbastanza conosciuta è la VERNACCIA DI ORISTANO, una DOC il cui vitigno omonimo viene
lavorato in maniera da conferire al vino determinati sentori ossidati. Questo vino è caldo di alcol e di non
facile abbinamento ma trova la giusta accoppiata con le seadas, un dolce tipico fatto di sfoglia ripiena di
formaggio veretta e riscoperta di miele leggermente amaro (es: acacia).
In provincia di Nuoro c'è una DOC interna che prevede l'uso di vitigni autoctoni come BOVALE
SARDO, CANNONAU e MONICA. Si tratta della MANDROLISAU.
Un vino interessante ma assolutamente difficile da reperire è la MALVASIA DI BOSA ottenuto da MALVASIA DI SARDEGNA, alcolico e di intensa carica olfattiva, da abbinare con successo ai crostacei.

DOCG = Denominazione di Origine Controllata e Garantita
DOC = Denominazione di Origine Controllata
IGT = Indicazione Geografica Tipica
DOP
= Denominazione di origine Protetta
IGP = Indicazione Geografica Protetta
STG = Specialità Tradizionale Garantita

Le DOC

  • line_weight ALGHERO / SARDEGNA ALGHERO
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight ARBOREA / SARDEGNA ARBOREA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight CAMPIDANO DI TERRALBA/TERRALBA/SARDEGNA TERRALBA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight CANNONAU DI SARDEGNA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight CARIGNANO DEL SULCIS
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight GIRO’ DI CAGLIARI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MALVASIA DI BOSA / SARDEGNA MALVASIA DI BOSA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MANDROLISAI / SARDEGNA MANDROLISAI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MALVASIA DI CAGLIARI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MONICA DI CAGLIARI / SARDEGNA MONICA DI CAGLIARI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MONICA DI SARDEGNA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MOSCATO DI CAGLIARI / SARDEGNA MOSCATO DI CAGLIARI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight VERNACCIA DI ORISTANO
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight VERMENTINO DI SARDEGNA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight SARDEGNA SEMIDANO
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight NURAGUS DI CAGLIARI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight NASCO DI CAGLIARI/SARDEGNA NASCO DI CAGLIARI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MOSCATO DI SORSO-SENNORI
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight MOSCATO DI SARDEGNA
    Zone:
    Produzione:
  • line_weight VERMENTINO DI GALLURA
    Zone: Tutto il territorio dei comuni di: San Teodoro (NU), Budoni (NU), Aggius (SS), Aglientu (SS), Arzachena (SS), Badesi (SS), Berchidda (SS), Bortigiadas (SS), Calangianus (SS), Golfo Aranci (SS), Loiri Porto San Paolo (SS), Luogosanto (SS), Luras (SS), Monti (SS), Olbia (SS), Oschiri (SS), Palau (SS), San Francesco d’Aglientu (SS), Sant’Antonio di Gallura (SS), Santa Teresa Gallura (SS), Telti (SS), Tempio Pausania (SS), Trinita’ d’Agultu e Vignola (SS), Viddalba (SS).
    Produzione: Vermentino 95-100%, altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, raccomandati e/o autorizzati per la provincia di Sassari 0-5%
  • line_weight VERMENTINO DI GALLURA Bianco Superiore
    Zone: Tutto il territorio dei comuni di: San Teodoro (NU), Budoni (NU), Aggius (SS), Aglientu (SS), Arzachena (SS), Badesi (SS), Berchidda (SS), Bortigiadas (SS), Calangianus (SS), Golfo Aranci (SS), Loiri Porto San Paolo (SS), Luogosanto (SS), Luras (SS), Monti (SS), Olbia (SS), Oschiri (SS), Palau (SS), San Francesco d’Aglientu (SS), Sant’Antonio di Gallura (SS), Santa Teresa Gallura (SS), Telti (SS), Tempio Pausania (SS), Trinita’ d’Agultu e Vignola (SS), Viddalba (SS).
    Produzione: Vermentino 95-100%, altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, raccomandati e/o autorizzati per la provincia di Sassari 0-5%

L'Esperto consiglia

AGNELLO DI SARDEGNA

Gli agnelli devono essere allevati in un ambiente del tutto naturale, caratterizzato da ampi spazi esposti a forte insolazione, ai venti ed al clima della Sardegna, che risponde perfettamente alle esigenze tipiche della specie. L'allevamento avviene prevalentemente allo stato brado; solo nel periodo invernale e nel corso della notte gli agnelli vengono ricoverati in idonee strutture dotate di condizioni adeguate per quanto concerne il ricambio di aria, l'illuminazione, la pavimentazione, gli interventi sanitari e i controlli. L'agnello non deve essere soggetto a forzature alimentari, a stress ambientali e/o a sofisticazioni ormonali. Gli agnelli devono essere nutriti esclusivamente con latte materno (nel tipo "da latte") e con l'integrazione pascolativa di alimenti naturali ed essenze spontanee peculiari dell'habitat caratteristico dell'isola di Sardegna. Sono previste le seguenti tipologie: a) Agnello di Sardegna "da latte" (sino ai 7 kg): nato ed allevato in Sardegna, proveniente da pecore di razza sarda allevate in purezza, alimentato con solo latte materno (allattamento naturale), macellato a norma di legge, e rispondente alle seguenti caratteristiche: peso carcassa a freddo, senza pelle e con testa e corata; colore della carne: rosa chiaro (il rilievo va fatto sui muscoli interni della parete addominale); consistenza delle masse muscolari: solida (assenza di sierosita'); colore del grasso: bianco; copertura adiposa: moderatamente coperta la superficie esterna della carcassa, coperti, ma non eccessivamente, i reni; consistenza del grasso: solido (il rilievo va fatto sulla massa adiposa che sovrasta l'attacco della coda, ed a temperatura ambiente; b) Agnello di Sardegna "leggero" (7-10 kg): nato ed allevato in Sardegna, proveniente da pecore di razza sarda ottenuto in purezza o mediante incroci di prima generazione con razze da carne altamente specializzate e sperimentate, alimentato con alimenti naturali (foraggi e cereali) freschi e/o essiccati; macellato a norma di legge, e rispondente alle seguenti caratteristiche: peso carcassa a freddo, senza pelle con testa e corata; colore della carne: rosa chiaro o rosa; consistenza delle masse muscolari: solida (assenza di sierosita'); colore del grasso: bianco; copertura adiposa: moderatamente coperta la superficie esterna della carcassa; coperti, ma non eccessivamente, i reni; consistenza del grasso: solido; c) Agnello di Sardegna "da taglio" (10-13 kg): nato ed allevato in Sardegna, proveniente da pecore di razza sarda ottenuto in purezza o mediante incroci di prima generazione con razze da carne altamente specializzate e sperimentate, alimentato con alimenti naturali (foraggi e cereali) freschi e/o essiccati; macellato a norma di legge, e rispondente alle seguenti caratteristiche: peso carcassa a freddo, senza pelle con testa e corata; colore della carne: rosa chiaro o rosa; consistenza delle masse muscolari: solida (assenza di sierosita'); colore del grasso: bianco o bianco paglierino; copertura adiposa: moderatamente coperta la superficie esterna della carcassa; coperti, ma non eccessivamente, i reni; consistenza del grasso: solido.

Scopri le caratteristiche dei
prodotti tipici di questa regione
!