LA FRASCHETTA DI ROMA NORD

Perchè arrivare fino ad Ariccia quando potete avere lo stesso ambiente a Roma?

Ogni Mercoledì e solo il Mercoledì Il Quinto Quarto ritorna alle orgini!

FRASCHETTA O OSTERIA?

Quali erano le diferenze tra fraschetta e osteria nel passato?
La popolare “fraschetta” è un particolare tipo di locale o osteria la cui diffusione è limitata principalmente alla zona dei Castelli romani nella regione Lazio. Queste spesso erano ricavate in cantine scarne e umide, dove erano disposte le botti, i bigonci ed i torchi necessari ai processi di vinificazione. Questi luoghi dedicati alla vinificazione erano numerosi e prosperavano data la tradizione e la vocazione vinicola dei Castelli Romani.
Osterie e fraschetta, ad Ariccia hanno un’origine antichissima verosimilmente medioevale quando i contadini di Ariccia e delle campagne romane per produrre e vendere il vino avevano bisogno di luoghi dedicati.

Molto in voga era il mestiere del “carrettiere a vino” che giornalmente si recava in viaggio verso Roma per vendere alle sue “poste” o clienti il poprio prodotto.
Se vi trovate a Roma per vacanza o per lavoro non potete rinunciare alla gita fuori porta dei romani per eccellenza le fraschette dei castelli romani Frascati, Ariccia, Marino, Albano, quelle sul lungo lago di Castelgandolfo. Quindi nacque l’ usanza, per i viticoltori del tempo di apporre una frasca ben carica di foglie sopra l’ ingresso del locale in modo tale da indicare agli avventori che il nuovo vino era pronto da bere. Le fraschette erano arredate in modo semplice le botti di vino disposte su di un lato dominavano l’ambiente, mentre i clienti potevano accomodarsi su panche e tavolacci. Lungo le pareti dei locali solitamente erano esposte delle attrezzature tipiche per la realizzazione del vino ed in fondo nel piano interrato vi era la cantina per la conservazione del vino. A differenza delle normali osterie, esse erano sprovviste di cucina, veniva offerto ai clienti il vino, del pane casereccio e uova sode per tutto il resto bisognava portare con se da casa i cibi preparati.

LE FRASCHETTE DEL PASSATO

Quindi le fraschette erano dei veri e propri punti di vendita e di degustazione diretta del vino prodotto in quell’annata. Ben presto gli abitanti più intraprendenti, iniziarono ad allestire dei banchi vendita in prossimità delle fraschette con generi alimentari di vario tipo in modo tale da fornire il companatico agli avventori delle fraschette. Tra questi, un prodotto particolarmente diffuso, di tradizione trimillenaria, era rappresentato dalla porchetta, il cui connubio con questi locali ha reso, col trascorrere dei secoli, inscindibile questo legame. Attualmente all’interno delle fraschette è possibile acquistare generi alimentari e quindi effettuare un pasto completo. Ad ogni modo le fraschette ancora oggi sono rivendite di antica origine dove ancora si può degustare il vino sciolto, venduto in caraffe di dimensioni variabili. Di particolare tipicità e di rilevante diffusione è la “Romanella”, un vino rosso leggermente frizzante.

LA FRASHETTA DEL QUINTO QUARTO

Ogni mercoleì vi porteremo in una vera fraschetta per farvi riscoprire i sapori semplici di una volta con la stessa qualità del quinto quarto!
Questo, dunque, il menu di ogni mercoledì:

  • - antipasti di affettati e formaggi
  • - coppiette
  • - la famosa Porchetta di Cioli
  • - Mozzarella e ricottina di bufala
  • - Fagioli all'uccelletta
  • - Ceci al rosmarino
  • - Verdure sott'olio
  • - Uova in trippa
  • - Bruschette
  • - la nostra famosa Carbonara
  • - un primo della settimana
  • - un secondo della settimana
  • - Vino Cesanese o Cacchione
  • - Acqua, Caffè, Crostata e ciambelline al vino

TUTTO € 25,00